Le Melodie Della Musica Anatolica Hanno Incontrato La Musica Classica Con Il Concerto Il Ponte E Altrove

15/01/2019

Il 12 gennaio presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma si è tenuto il Concerto del tour europeo del progetto “Il Ponte e Altrove”, che include paesi come Germania, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Italia,  Austria, realizzato dal virtuoso del bağlama (strumento tradizionale turco) Ahmet Koç e organizzato sotto il patrocinio della Presidenza della Repubblica Turca, sostenuto dal Ministero della Cultura e del Turismo della Turchia, dalla Città Metropolitana di Istanbul, da PTT (Poste turche), dal Canale Televisivo Kral e dall’Istituto Yunus Emre.

Il concerto è stato aperto con il discorso della Direttrice dell’Istituto Yunus Emre Sevim Aktaş, la quale ha affermato che il progetto del concerto “Il Ponte e Altrove” coincide esattamente con la missione dell’Istituto Yunus Emre e, come richiama il nome, tale progetto è il riflesso della filosofia di vita pacifica e unificante della Turchia che,  grazie alla sua posizione geografica, da migliaia di anni riveste il ruolo di ponte che abbraccia tutte le culture. Infine Aktaş ha ringraziato la Presidenza della Repubblica Turca in primis, poi tutti gli altri enti e aziende sostenitori e il padre dell’idea, il compositore e musicista Ahmet Koç,  e infine  Il Direttore del Conservatorio  per l’ospitalità.

All’inaugurazione inoltre Roberto Giuliani, Direttore del Conservatorio di Musica “Santa Cecilia”, ha dichiarato di essere stato molto onorato di ospitare al conservatorio la Turchia, paese amico, con un concerto così significativo.

Al concerto sono state eseguite, con strumenti di musica classica occidentale accompagnati dal bağlama, le opere della musica classica di musicisti di fama mondiale come Ludwig Van BEETHOVEN, Wolfgang Amadeus MOZART, Franz SCHUBERT, Georges BIZET, Dmitri SHOSTAKOVICH, Paul De SENVEILLE, Niccollo PAGANINI  e le opere della musica popolare turca dei importanti  poeti e artisti turchi, come Yunus EMRE, Aşık VEYSEL, Pir Sultan ABDAL, Aşık Mahsuni ŞERİF e Neşet ERTAŞ, che hanno segnato la storia e sono arrivate fino ad oggi conservando i loro valori.

Le opere sono state eseguite  da Turkish Chamber Orchestra  sotto la direzione del Direttore d'orchestra pianista e trombonista Betin Güneş e accompagnate dal famoso virtuoso del bağlama Ahmet Koç; inoltre alcune opere di compositori turchi e europei sono state interpretate dal tenore Hakan Aysev e dal soprano Janet Şahin.

Al Concerto hanno partecipato l’Ambasciatore della Turchia in Italia, il Primo Consigliere dell’Ambasciata Turca presso la Santa Sede, gli ambasciatori della Serbia e della Repubblica di San Marino, altri rappresentanti diplomatici, addetti culturali stranieri e molti appassionati di musica Italiani, stranieri e turchi. L’ospite d’onore a sorpresa invece è stata l’ex Presidente del Parlamento tedesco Regina Van Dinther che è venuta dalla Germania soltanto per il concerto.

Il concerto, che è durato circa due ore, ha suscitato molto interesse tra il pubblico partecipante.